spezie001

spezie002

Spezie

Le spezie sono prodotti di antiche origini e, ancora oggi utilizzate in numerose varianti; capaci di arricchire e conferire sapori ed aromi unici alla preparazione delle nostre pietanze.

Già gli Egizi, facevano massiccio uso di spezie per confezionare i cibi per gli schiavi, in quanto ritenevano che quest’ultime fortificassero tali uomini, tenendo così lontane le epidemie.

I popoli del Mediterraneo hanno fatto commercio di spezie sin dai tempi più remoti, tant’è che il navigatore Vasco De Gama aprì la famosa rotta verso le Indie, seguito successivamente dall’ancora più celebre Cristoforo Colombo.

In commercio si trovano numerose varietà di spezie, tutte contraddistinte da colori vivaci e profumi intensi. Dal rosso vivo del pepe di cayenna, al giallo ocra del curry, al verde del finocchio e tante altre più o meno conosciute, ma sicuramente tutte capaci di conferire note aromatiche particolari.

ANETO

È coltivato come pianta da condimento, simile al finocchio e al finocchietto selvatico ma più delicato. Le foglie sono impiegate per aromatizzare generalmente le insalate, i pesci soprattutto il salmone, le carni e le salse, mentre i semi servono per profumare i liquori, le confetture, i formaggi freschi ed omlette. L’infuso serve, invece, contro la nausea.

ANICE

Sotto il nome di anice, si distinguono tre tipologie: anice verde, stellato e pepato. Di questa pianta vengono utilizzati principalmente i semi o i piccoli frutti essiccati. Ottimo per aromatizzare pani e dolci. Questa pianta è impiegata soprattutto per uso digestivo e nella sindrome del colon irritabile.

CANNELLA

La cannella varia una storia millenaria ed è altamente diffusa tanto in oriente quanto in occidente. Ha un aroma secco e pungente. Accompagna soprattutto piatti a base di frutta cotta, cioccolato, creme di varia origine, ma anche con alcune carni tipo l’agnello.

CARDAMOMO

L’aroma del cardamomo è piuttosto forte e piccante; utilizzato soprattutto nella preparazione del caffè arabo, si adatta anche alla preparazione di dolci e primi piatti. In Italia è utilizzato principalmente come base negli amari.

CHIODI DI GAROFANO

I chiodi di garofano hanno un profumo dolce, intenso e a tratti pepato. Il loro impiego è destinato sia a piatti dolci che salati. Si sposa in modo ottimale a pietanze dolci di frutta, specie di mele, pandolci e panpepati, biscotti, creme e farciture, liquori e vino aromatici.

CORIANDOLO

Il coriandolo è una pianta erbacea originaria dei paesi del Mar Mediterraneo; i suoi frutti sono aromatici e i fiori bianchi e a ciuffi. Viene impiegato nella preparazione di alcuni salumi, insaporisce carne, pesce e verdure, profuma anche biscotti e confetti. Le foglie fresche sono usate per insaporire minestre, stufati, fritti, insalate, pesce, pollame, yogurt, condimenti e salse al pomodoro.

CUMINO

Il cumino è originario della Siria e viene utilizzato sin dall’antichità. E’ utile soprattutto per combattere i disturbi digestivi e il meteorismo, ma anche la tosse. Il Cumino favorisce l’assimilazione del cibo, per cui è consigliabile in caso di carenza alimentare e debolezza.

CURCUMA

La curcuma di colore giallo, cresce nei territori aridi dell’Asia, è infatti utilizzata principalmente nei piatti della tradizione indiana. Tale spezia può essere utilizzata da sola o come ingrediente nel curry, è anche un potente antinfiammatorio e purificante del sangue.

DRAGONCELLO

Il dragoncello è originario della Siberia. Per il suo profumo delicato tra l’anice e il sedano è adatto per insaporire piatti di pesce, frittate, formaggi frechi, salse e ripieni. In infuso può alleviare l’insonnia e la costipazione.

LIQUIRIZIA

La pianta della liquirizia il cui nome significa “radice dolce”, è un arbusto. Le radici di liquirizia, poste in infusione, costituiscono un buon rimedio per la tosse, e viene impiegata nella preparazione di caramelle, dolci ed infusi. Sono numerose le proprietà farmacologiche annesse a tale spezia, come quella digestiva, antinfiammatoria e protettiva della mucosa.

MENTA

La menta è una pianta perenne che cresce in Europa, Asia, Africa e si adatta a varie condizioni ambientali. È probabilmente una delle spezie più conosciute e apprezzate. Attraverso la preparazione di decotti ed infusi, si possono avere benefici digestivi, stimolanti delle funzioni gastriche, tonificante. La menta è inoltre adatta alla preparazione di bevande, dolci e molto altro.

NIGELLA

Il nome Nigella deriva dal latino niger: nero, il colore dei semi. Data la sua grande diffusione è conosciuta con molti nomi. Ha un sapore amaro e pungente; viene utilizzata principalmente per la preparazione di liquori, caramelle e dolci in genere.

NOCE MOSCATA

La noce moscata e’ il seme prodotto da un albero, originario delle Molucche e di alcune isole della Nuova Guinea, e coltivato anche in altri paesi della fascia tropicale. Ha un’aroma raffinato, dolce e piccante insieme; indicata per insaporire dolci, salse e verdure, composti di ricotta e spinaci e ripieni in genere e vin brulè.

PAPAVERO

I semi di papavero in virtù del loro elevato contenuto in oli grassi e proteine, vengono spesso usati nella produzione alimentare, in particolare di prodotti da forno o da pasticceria.

PAPRICA

La paprica si ottiene dal peperone fatto seccare, liberato dalla parte interna bianca e macinato. Tale spezia è ricercata non solamente per il suo gusto, ma anche per il suo bel colore rosso che dipinge numerosi piatti. Viene comunemente utilizzata con la carne, i formaggi, la panna, il pomodoro e la cipolla.

PEPE

Il pepe è una bacca originaria del sud-est dell’India e offre un’ampia gamma di sapori e varietà. Il pepe riceve la sua piccantezza quasi completamente dalla piperina, una sostanza che si trova sia nella polpa che nel seme.

PEPE DI CAYENNA

I peperoncini Cayenna hanno tutti la particolarità di essere allungati e sottili con la punta spesso arricciata. Il pepe di Cayenna, spezia originaria del sud America, é comunemente conosciuta nella forma macinata e trova largo uso in numerosi piatti, dal dolce al salato. Da usare soprattutto a fine cottura o crudo con carne, salse, paste e minestre.

SENAPE

La senape in polvere, quando opportunamente trattata, assume un odore pungente e un sapore molto forte. La senape è un ingrediente importante, poiché è in grado di insaporire in modo incredibile tutte le preparazioni senza apportare una quantità significativa di calorie, come per la maggior parte delle mostarde.

SESAMO

I semi di sesamo vengono conservati essiccati o tostati. È un ottima fonte di calcio, rafforza il sistema immunitario e riequilibra le funzioni dell’organismo.

VANIGLIA

La pianta della vaniglia è una liana erbacea ed è originaria dell’America centrale: vive nel sottobosco delle foreste tropicali umide della costa orientale messicana. In cucina la vaniglia viene utilizzata per aromatizzare dolci, creme, zucchero, latte, cioccolato, liquori e bevande.

ZAFFERANO

Lo zafferano è conosciuto fin dai tempi più remoti, una spezia versatile che può essere utilizzata sia nell’arte culinaria che come colorante per tingere le stoffe. Oggi lo zafferano oltre ad essere impiegato soprattutto nella realizzazione dei primi piatti come i risotti, nelle salse ma anche nelle carni soprattutto bianche e pesce, è utilizzato nell’industria dolciaria e liquoriera.

ZENZERO

Anticamente lo zenzero si poteva trovare solo essiccato, successivamente con l’aumento della produzione in altri paesi si può trovare anche fresco. È un energico stimolante per la presenza di un olio essenziale di color giallino. Oggi lo zenzero viene utilizzato in cucina anche in Europa, in ricette come focacce, biscotti, crackers e tè aromatizzati.